Duvri: documento unico di valutazione rischi da interferenza‎

Regolamento condominiale
11 Maggio 2017
Punto di ascolto in fiera – 6-10 settembre 2017 Cento (FE)
8 Settembre 2017

COS’E’ IL DUVRI?


Il DUVRI è l'acronimo di “Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza", documento obbligatorio previsto all’art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008, il Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
Tale documento identifica le modalità con le quali il committente valuta le possibili interferenze del proprio ciclo produttivo, e delle attività ad esso connesse, con quelle degli operatori economici ai quali intende affidare un contratto di appalto o d’opera o di somministrazione.
Il committente ha infatti l’obbligo di promuovere la cooperazione ed il coordinamento mettendo in atto tutte le misure necessarie per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi.

Problemi con i condomini?

Affidati alle nostre cure!

COSA SONO I RISCHI DA INTERFERENZE?


I rischi da interferenze sono quelli collegati alla salute e all’integrità fisica dei lavoratori che derivano dall’intervento di una ditta esterna nell’unità produttiva, correlati all’affidamento di attività all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva.

A titolo esemplificativo, sono rischi interferenti, per i quali occorre redigere il DUVRI:
rischi derivanti da sovrapposizioni di più attività svolte ad opera di appaltatori diversi; rischi immessi nel luogo di lavoro del committente dalle lavorazioni dell’appaltatore;
rischi esistenti nel luogo di lavoro del committente, ove è previsto che debba operare l’appaltatore, ulteriori rispetto a quelli specifici dell’attività propria dell’appaltatore;
rischi derivanti da modalità di esecuzione particolari (che comportano rischi ulteriori rispetto a quelli specifici dell’attività appaltata), richieste esplicitamente dal committente;
rischi derivanti dalle attività svolte dall’appaltatore nei confronti di eventuali soggetti terzi saltuariamente presenti nell’unità produttiva dove è chiamato a fornire la sua prestazione.

QUALI COMPITI HA IL COMMITTENTE?


L’azienda committente è tenuta ad occuparsi dei seguenti compiti nei confronti delle aziende o dei lavoratori affidatari:
verificare l’idoneità tecnico professionale
promozione della cooperazione e del coordinamento ai fini della sicurezza
fornire informazioni dettagliate sui rischi specifici presenti nel luogo in cui sono destinati a operare
informare sulle misure di prevenzione ed emergenza da adottare in relazione alla propria attività.